A I  P I E D I  D I  V E N E R E

 manuale astrologico di seduzione

V E N E R E  IN  T O R O

VENERE IN TORO

 

L’eleganza è la sola bellezza che non sfiorisce mai.

 

 Audrey Hepburn

 

Gran parte della simbologia legata a Venere in Toro è racchiusa ed espressa dalle parole “eleganza e bellezza”. Se andiamo a scomodare l’etimologia, scopriamo che elegante deriva dal latino e-ligere, scegliere e bellezza da bellus, il cui significato originario era confacente, comodo. Da qui la predisposizione - se non la necessità - di Venere in Toro a circondarsi di cose belle in grado di soddisfare il suo sensuale bisogno di possesso. E’ solo attraverso il completo coinvolgimento dei sensi - gusto, vista, tatto, udito, olfatto - che Venere raggiunge il suo equilibrio sentimentale, fatto di passione, sincerità, quotidianità agiata e benessere consolidato.

Ma è la seconda parte della citazione di Audrey Hepburn, irraggiungibile icona di eleganza e bellezza, che stabilisce i parametri reali, tangibili, del temperamento di questa Venere.

La definizione “non sfiorisce mai” ci catapulta nel territorio, nell’ambiente, nell’elemento proprio del Toro: la Natura o meglio ancora, la Madre Terra. E’ una Venere feconda, quella in Toro, capace di accogliere, generare e nutrire.

Femminile, sensuale, attraente, è una donna che ha bisogno di sicurezze affettive per sentirsi appagata. La sua è un’affettività semplice, solida, costante e profonda, in tutte le sue manifestazioni. L’innamoramento è lento ma progressivo, sia per la serietà con cui questa Venere si avvicina all’amore sia per la necessità di valutare il grado di affidabilità del partner. In compenso, offre una grande stabilità e fedeltà. La possessività che la caratterizza è più avvolgente che egoistica: la donna con Venere in Toro, in perfetta buona fede, tende a impossessarsi di tutti i dettagli della vita della persona amata pensando di facilitargliela, risultando, invece, spesso soffocante.

La sessualità è una componente importante della sua vita: di forti appetiti erotici, per lei è difficile, se non impossibile, portare avanti un rapporto privo di passione. Sovente i piaceri del sesso si legano alle gioie della tavola poiché en-trambi rappresentano una felice modalità di godere della vita. Venere in Toro a volte può eccedere nel dare importanza agli aspetti economici di una relazione, trascurando quelli spirituali. Ma la sicurezza materiale è estremamente impor-

tante per lei, perché contribuisce al senso di protezione e stabilità di cui questa Venere ha bisogno per sentirsi appagata. Quando Venere in Toro è innamorata è passionale, fedele, affidabile ed esprime a pieno il suo amore per la famiglia, per l’arte e per la natura. In caso contrario, eccede in possessività e golosità. Venere in Toro non dimentica un torto subìto e, senza essere vendicativa, presto o tardi, pareggia sempre i conti.

 

Nelle relazioni sentimentali, Venere in Toro è naturalmente affine con i segni diTerra (Toro, Vergine,Capricorno) e di Acqua (Cancro, Scorpione e Pesci). Ma, a seconda del segno zodiacale di appartenenza, è possibile dare indicazioni più precise.

 

Se sei Pesci con Venere in Toro

​L’incontro della sensuale e concreta Venere in Toro, con la natura spirituale del Sole in Pesci, fanno di te una donna di gran fascino, dai forti appetiti sessuali ma al tempo stesso dotata di notevole empatia e di doti creative.. Femminile fino alla punta delle dita, conquisti con la tua dolcezza e la tua sensualità. Romantica, ma non sprovveduta, in amore cerchi sicurezze e sai ricambiare con romantica dedizione. Premurosa e attenta alle necessità del tuo compagno, aspiri a un modello di vita regolare e a una famiglia di tipo tradizionale, possibilmente in una casa accogliente dove la cucina rappresenta sia l’emblema dell’unione e dell’armonia famigliare, sia il rifugio dove ritrovare i tuoi piccoli ma vitali spazi di serena solitudine.

 

INCONTRO FATALE CON: Sole in Scorpione Marte in Vergine, Scorpione, o Capricorno.

 

COME TE: Melissa Auf der Maur (musicista), Isolde Kostner (sciatrice), Eugenia Romanelli (giornalista).

 

Se sei Ariete con Venere in Toro

Sei una donna che cerca emozioni forti, intense e che nella scelta del partner si lascia guidare principalmente dall’istinto, dall’attrazione fisica, dalla voglia di possedere ed essere posseduta. L’eccesso di sentimentalismo non fa per te, la superficialità neppure: ami con ardore, vigore e impazienza. In giovane età, i colpi di fulmine si sprecano ma con il tempo arrivi a mettere radici e a fermarti, riconoscendo il vero amore e dando vita a un rapporto stabile e duraturo. Sei una donna che lascia il segno, dalla eccezionale fecondità artistica.

 

INCONTRO FATALE CON: Sole in Toro con Marte in Ariete, Toro o Cancro.

 

COME TE: Barbara Alberti, Maria Luisa Busi (giornaliste), Claudia Cardinale, Isabella Ferrari (attrici), Mina (cantante).

 

Se sei Toro con Venere in Toro

Sensuale, femminile, dotata di gusto estetico, amante di tutto ciò che rende la vita gustosa alla vista e al palato, sei una donna dai molti talenti, anche artistici, ma soprattutto sei una campionessa di fedeltà e stabilità: incapace di sotterfugi e nemica delle menzogne, per te fiducia e durata sono elementi-base di un progetto amoroso che immagini, tendenzialmente, eterno. Progetto che dovrà però difendersi da un eccesso di gelosia e possessività viscerali, nemici da tenere sempre sotto controllo. Passione e sessualità sono componenti imprescindibili del rapporto, e siccome sei una donna terrena che non può vivere di pane amore e fantasia, cerchi un partner che riesca a soddisfare il tuo bisogno di sicurezze, anche di tipo finanziario. Possessiva, ostinata e caparbia, quando fai una scelta o prendi una decisione, è difficile per te tornare sui tuoi passi, anche dinanzi a evidenti errori di giudizio: i tuoi rarissimi momenti di collera sono terribili, me-morabili, ma non ti si potrà mai accusare di non essere coerente fino in fondo!

 

INCONTRO FATALE: Sole in Cancro con Marte in Toro, Cancro o Vergine.

 

COME TE: Susanna Agnelli (imprenditrice), Ilary Blasi, Barbara D’Urso (conduttrici televisive), Serena Dandini (attrice), Linda Evangelista (top model), Mara Maionchi (produttrice discografica).

 

Se sei Gemelli con Venere in Toro

Intelligente, curiosa, originale, fuori degli schemi, nonostante l’apparenza frivola o distratta, sei una donna capace di sentimenti sinceri, costanti, profondi. L’amore avrà sempre un ruolo primario nella tua vita ma dovrai impegnarti a mantenere un equilibrio tra il bisogno di stabilità affettiva e di stimoli che alimentino la tua immaginazione. Simpatia, dialettica, senso dello humour, sono al servizio di una Venere dotata di grande capacità amatoria: conquistarti non è semplice, richiede tempo e se le intenzioni non sono serie, meglio farsi da parte. Sei tendenzialmente fedele, magari non con la fantasia… ma se incontri un uomo affascinante e brillante che soddisfa sia il bisogno di visibilità e prestigio del tuo Sole in Gemelli, sia il gusto estetico e artistico di Venere in Toro, potrebbe essere amore per sempre!

 

INCONTRO FATALE CON: Sole in Leone con Marte in Cancro, Vergine o Scorpione.

 

COME TE: Gabriella Giammanco (politico donna), Emma Marrone (cantante), Jane Russell (attrice).

 

Se sei Cancro con Venere in Toro

Il Cancro e il Toro parlano una lingua molto simile: atmosfere accoglienti, abitu-dini sane e regolari, stabilità. Bella, testarda e passionale, sei una donna capace di profonda dedizione al partner. Nei momenti di difficoltà, lotti contro il mondo intero pur di vivere accanto all’uomo che ha suscitato in te sentimenti intensi, possibilmente rimanendo tra le mura di una casa (o di un ideale) che rappresenta il vostro rifugio dal resto del mondo. Ma un temperamento possessivo e talvolta rancoroso, ti impedisce di perdonare gli eventuali tradimenti che potrebbero pregiudicare le sicurezze (anche economiche) su cui hai costruito il tuo sogno d’amore. Il Sole in Cancro e Venere in Toro ti consentono di valutare con lucido intuito le qualità (personali e materiali) che il partner può portare in dote.

 

INCONTRO FATALE CON: Sole in Pesci con Marte in Ariete, Vergine o Capricorno.

 

COME TE: Oriana Fallaci (scrittrice), Alba Parietti e Liv Tyler (attrici), Lady Diana Spencer (Principessa del Galles).

IL CAPO

 

 

Il nuovo capo arrivava dal Nord ed era in città già da tre mesi. A turno, i colleghi in ufficio lo avevano invitato per un aperitivo o, nel fine settimana, per il brunch della domenica. Lui aveva sempre declinato cortesemente ogni proposta, giustificandosi con il poco tempo libero che, al momento, gli serviva per sistemare le sue cose nel nuovo appartamento. Per questo, tutti, lei compresa, furono stupiti quando accettò il suo invito a cena. E lo fu ancora di più, quando il capo, stanco di ristoranti e mense aziendali, le chiese espressamente una cena “casalinga”. Come ripeteva zia Filomena, gli uomini si prendono per la gola e sebbene quel “casalinga” sapesse tanto di “salciccia e crauti”, per l’occasione aveva preparato un menù semplice ma sfizioso. Mentre finiva di apparecchiare con cura la tavola in terrazza, pensava che il nuovo capo non era esattamente il suo tipo: un bell’uomo, certo, ma un po’ troppo nordico nei colori, un po’ troppo freddo e formale nei modi... Le colleghe più impiccione avevano preso informazioni: divorziato, due figli grandi in giro per il mondo, apparentemente nessuna relazione che richiedesse il suo rientro a casa, nel fine settimana.

Controllò l’ora: uno così sarebbe certamente arrivato in anticipo. Tutto era pronto. Si guardò allo specchio: aveva raccolto i lunghi capelli in una treccia morbida che cadeva sulla schiena abbronzata. Il trucco discreto le illuminava gli occhi ed esaltava il sorriso perfetto. Indecisa, aveva infine indossato un vestito dai colori allegri e un sandalo basso ma elegante: il colpo d’occhio era più che gradevole ma non certo stuzzicante come una zeppola alla crema.

Sussultò: il suono del citofono la sorprese come il grido d’allarme di una sirena notturna. Un pensiero stonato le era balenato in mente: zia Filomena era morta zitella!

Senza perdere tempo, corse in camera e prese dall’armadio una scatola intonsa. Veloce, si liberò dei sandali di cuoio e ne infilò un paio rossi, col tacco altissimo, comprati d’impulso quando il suo fidanzato l’aveva lasciata per una stangona di Vipiteno. Mentre si affrettava a raggiungere la porta d’ingresso, passò nuovamente davanti allo specchio e ciò che vide, questa volta, le piacque molto.

Piacque molto anche al nuovo capo, che visto dall’alto dei tacchi, aveva dei bellissimi occhi azzurri e che, dopo un calice di bianco, si era rivelato molto meno freddo e formale di quanto aveva immaginato.