Astrologia e Fiabe

La fiaba ha un ruolo importante nella vita dell’uomo sin dalle origini dell’umanità, ruolo legato non solo all’infanzia ma all’intera esistenza. Attraverso le teorie di Carl Gustav Jung e della sua allieva Marie-Louise von Franz è stato possibile delineare il concetto di inconscio collettivo e degli archetipi anche all’interno di quelle favole che tutti noi conosciamo, che ci hanno raccontato da bambini e che continuiamo a leggere ai nostri figli.

Proviamo a leggere le fiabe come se fossero uno specchio che riflette le nostre paure o i nostri limiti.


Ariete La lepre e la tartaruga
La naturale predisposizione dell’ARIETE alla competizione spesso nasconde una ben più stressante sfida contro se stessi, che l’Ariete fatica ad ammettere. Si impegna invece nella ricerca di nuovi avversari, trovandosi spesso circondato e rischiando di cadere sotto i colpi di “fuoco amico”. Suggerimento: sii il tuo miglior alleato.

Toro La bella e la bestia

Godere della bellezza, della quiete e dell’armonia che la vita può offrire, è uno degli obiettivi principali del TORO. Ma per raggiungere questo obiettivo, deve prima fare i conti con la propria, imprescindibile, dimensione istintiva e brutale. Riflessione: il lato oscuro della Luna non offusca il suo fascino, anzi.

Gemelli Peter Pan

Nel bene e nel male, il GEMELLI rimane un preadolescente per tutta la vita. L’equivoco (banale) in cui tutti inciampiamo è quello di confondere età e responsabilità: i bambini non sono irresponsabili, sono solo (graziealcielo) bambini. E il Gemelli ha la straordinaria possibilità di affrontare la vita e risolverla con la fantasia di un bambino. Riflessione: Saper volare non significa poter sorvolare.

 

Cancro La bella addormentata

II personaggi più simpatici, determinati e risolutivi della favola della Bella addormentata sono le Fate madrine: fanno e disfano tutto loro! Il CANCRO, come la principessa Aurora è abilissimo ad usare la modalità: “Fai tu che fai meglio”. Con la spiacevole conseguenza di dover spesso accettare e subire decisioni e cambiamenti altrui. Riflessione: sei sicuro che chi ti ronza intorno sia una Fata madrina?

 

Leone I vestiti nuovi dell'imperatore

Il LEONE rimane il Re della savana anche nello zoo di Berlino: in fondo, pure lì, ha il suo pubblico fedele, anzi la sua corte riverente. Ma a volte il Leone non si accorge di pagare eccessivamente cara questa scelta prestigiosa, auto-relegandosi in un gabbia, seppur confortevole. Riflessione: Anche i Principi e le Principesse ogni tanto amano travestirsi da sudditi.

 

Vergine Cenerentola

Tempi duri per la VERGINE: i transiti degli ultimi anni sembrano congiurare alle sue spalle. Nettuno e Saturno, come le sorellastre di Cenerentola, rendono ogni cosa ancora più faticosa e confusa. Ma la vera difficoltà per la Vergine sta nell’accettare che il lato imprevedibile della vita non sia fatto solo di guai ma anche di magia. Suggerimento: A volte la soluzione si vede meglio ad occhi chiusi.

 

Bilancia La principessa sul pisello

Alla BILANCIA non spiace il ruolo di snob che spesso le attribuiscono, anche se, a dirla tutta sa perfettamente che la sua classe innata sta all’opposto di quel Sine Nobilitatis… Per quanto doloroso (come 3 piselli sotto 6 materassi) troppo spesso la Bilancia si fa travolgere dalle brutture della vita, incapace di immaginare con esse un equo, inevitabile, compromesso. Riflessione: Le buone maniere sono come andare in bicicletta…

 

Scorpione Il soldatino di stagno

Sembra lo faccia apposta a complicarsi la vita, lo SCORPIONE, come se la profonda oscurità del tormento umano fosse l’unico sfondo per esaltare la luminosità della sua bellezza, misteriosa e inafferrabile come un ologramma. Riflessione: Le tragedie non possono avere un lieto fine. O te ne fai una ragione, o cambi genere.

 

Sagittario Pinocchio

Conosco almeno tre categorie di SAGITTARIO: quelli con la valigia sempre pronta, quelli con le scarpe da ginnastica (o da trekking, da calcio… o le pinne) nel bagagliaio della macchina e quelli con la testa fra le nuvole capaci di immaginare avventure di ogni genere comodamente sprofondati sul sofà. Come Pinocchio, tutti e 3 hanno un incontenibile entusiasmo, una fiducia incrollabile nella riuscita delle loro imprese e nella lealtà dei loro compagni di viaggio… Devo continuare, o il messaggio è stato sufficientemente chiaro?

 

Capricorno Il brutto anatroccolo

Alzi la mano chi, almeno una volta nella vita, non si è sentito un brutto anatroccolo… Ma è il CAPRICORNO, più di ogni altro segno, che tende a percepire la propria fisicità inadeguata, non all’altezza o sempre sotto giudizio… In realtà il suo vero limite è la mancanza di empatia nei confronti della dimensione emotiva (propria e altrui) a cui cerca di rimediare pianificando elaborate strategie di seduzione (o prevaricazione?) intellettuale. Riflessione: Investi sul fascino, la bellezza dura poco.

 

Aquario Il gatto con gli stivali

I gatti o si amano o si detestano. Stessa cosa capita per i nati sotto il segno dell’AQUARIO: o ami il loro eccentrico, ma funzionale, opportunismo o li detesti per la loro spontanea astuzia manipolatrice. Così come i gatto, impavidi per le 7 vite a disposizione, rischiano una fine tragica, anche l’Aquario spesso è vittima della sua stessa, scaltra, genialità. A meno che, come il Gatto della fiaba, non la spenda per un obiettivo sociale, una causa superiore, meglio ancora se universale. Riflessione: Tanto va la gatta al lardo…

 

Pesci Biancaneve

Incapaci di affrontare a quattr’occhi una realtà troppo spinosa per la loro sensibilità, i PESCI, come la bella principessa perseguitata dalla crudele matrigna, sono costretti a fuggire e a rifugiarsi in un mondo tutto loro, dove la diversità è così rassicurante che ci si può adattare e vivere serenamanente…. Suggerimento: anche Biancaneve, dopo le nozze con il Principe azzurro, tornava nella casetta in mezzo al bosco ogni volta che la vita di palazzo diventava troppo stretta…